La Profezia dei Cancelli

L'Esodo degli Skaven

In cui gli eroi inseguono gli Skaven in fuga da Nuln

Il colpo inferto all'organizzazione di  Faccia d'Ossa ha portato alla pubblica attenzione il problema degli Skaven. La reazione della popolazione e' stata quella di avviare un pogrom contro gli Uomini Ratto; i ricchi di Nuln rivaleggiano nel patrocinare bande di vigilanti che ripuliscono le fognature e i teschi di Skaven sono ricercati soprammobili e ornamenti per porte che fruttano ottime cifre ai mercanti di strada.

I sopravvissuti all'eccidio si raggruppano nel giugno 2501 in una base fuori dalle mura occidentali. Scoperti dagli uomini di Oldenhaller, gli Skaven si danno alla fuga in massa verso le montagne travolgendo la cittadina di Splugen, ai piedi di uno dei passi verso occidente.  Otto,  Ossian ed  Aurien, insieme alla menestrella  Trytonja, aiutano i sopravvissuti a fuggire attraverso i monti e negoziano la protezione degli Elfi di Athel Loren.

Gli Skaven successivamente attraversano a loro volta il passo montano e, evitando i confini della foresta elfica, tentano di raggiungere Maldiskaven attraverso la Bretonnia. Gli uomini di Oldenhaller li tallonano allertando le autorita' locali. Nei pressi di Miragliano il gruppo di Skaven, gia' decimato dalle marce forzate e dagli attacchi dei Bretonniani, viene massacrato dalla cavalleria tileana. Celebrati come eroi, Otto, Ossian e Aurien decidono di abbandonare il servizio di Oldenhaller e si stabiliscono a Quenelles. Qui Ossian diventa apprendista del mago Hithrandir.

Comments

Lanfranch Lanfranch

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.