La Profezia dei Cancelli

Tutto comincia a Nuln
In cui un gruppo di mercenari scopre le attività degli Skaven sotto la grande città

Nell'autunno del 2500 CI a Nuln un gruppo di mercenari al soldo del Consigliere Albrecht Oldenhaller, tra cui l'Elfo Gelmir, il Mezzuomo Dijan e il mago mezzelfo Ossian per caso ha a che fare con le bande di immigrati che gestiscono il contrabbando fluviale e sono basate nelle fogne. Tramite questi, scoprono un culto dedicato al dio Nurgle e le attività di un gruppo di Skaven che commercia Mutapietra e sta preparandosi a scatenare una pestilenza sulla città. I nostri eliminano i cultisti e infliggono un duro colpo all'organizzazione degli Skaven il cui capo, Faccia d'Ossa, fugge nella sua base di Marienburg. Uno degli Skaven, Quikk, decide di arrendersi e accetta di lavorare per Oldenhaller contro la sua stessa gente.

Raggiunto a Marienburg dai suoi inseguitori, Faccia d'Ossa si imbarca per la Norsca. Gelmir, Dijan e Ossian hanno la visione di Tre Spettri Slann che affermano di aver affidato loro una missione, che però non hanno ancora portato a termine.

View
La Profezia dei Quattro Spettri
In cui il futuro del mondo viene anticipato dagli Antichi Slann

Nel febbraio del 2501, alcuni mesi dopo la fuga di Faccia d'Ossa, i [[;spettri-degli-antichi-slann | Tre Spettri]] appaiono di nuovo a Gelmir, Dijan e Ossian e li guidano nelle fognature di Nuln attraverso tunnel artificiali ancora più profondi, sino al covo segreto di Faccia d'Ossa. Qui il campione Skaven sta tenendo un'assemblea di ambasciatori del Caos: Minotauri, Uomini Bestia, Elfi Scuri, Nani del Caos, Fomori e Guerrieri del Caos. Faccia d'Ossa infatti ha scoperto una Content Not Found: melodia-dei-cancelli in grado di controllare l'apertura dei Cancelli del Caos e pianifica di allargare la Mutaporta Settentrionale. I tre eroi fanno fallire il suo piano attaccando di sorpresa l'assemblea e uccidendo gran parte dei partecipanti. Scoperta nel covo di una nave stellare degli Antichi Slann, appartenuta ai Tre Spettri. Un quarto loro compagno, irretito dal Caos, si è incarnato in Faccia d'Ossa. Gli Spettri offrono agli eroi una visione della Caduta dei Cancelli migliaia d'anni prima e trasportano magicamente i nostri alla Mutaporta settentrionale. Qui gli eroi affrontano Faccia d'Ossa e lo uccidono, rubandogli la Melodia. Gelmir la suona al contrario, riportando il Cancello alla dimensione precedente. L'anima di Faccia d'Ossa riprende posto insieme ai compagni Spettri e, con loro, fa una profezia ai tre eroi:

"Un giorno non lontano i rappresentanti dei Popoli Liberi chiuderanno entrambi i Cancelli usando la Melodia"

Gli Slann rivelano quindi la missione che affidano ai mortali: combattere il Caos e far sì che la Profezia si compia.

Tra le rovine ai piedi della Mutaporta Settentrionale Gelmir trova una spada Slann, Myrmidag. Nel covo di Faccia d'Ossa vengono invece ritrovati tre libri scritti nella lingua degli Antichi Slann.

View
L'Esodo degli Skaven
In cui gli eroi inseguono gli Skaven in fuga da Nuln

Il colpo inferto all'organizzazione di  Faccia d'Ossa ha portato alla pubblica attenzione il problema degli Skaven. La reazione della popolazione e' stata quella di avviare un pogrom contro gli Uomini Ratto; i ricchi di Nuln rivaleggiano nel patrocinare bande di vigilanti che ripuliscono le fognature e i teschi di Skaven sono ricercati soprammobili e ornamenti per porte che fruttano ottime cifre ai mercanti di strada.

I sopravvissuti all'eccidio si raggruppano nel giugno 2501 in una base fuori dalle mura occidentali. Scoperti dagli uomini di Oldenhaller, gli Skaven si danno alla fuga in massa verso le montagne travolgendo la cittadina di Splugen, ai piedi di uno dei passi verso occidente.  Otto,  Ossian ed  Aurien, insieme alla menestrella  Trytonja, aiutano i sopravvissuti a fuggire attraverso i monti e negoziano la protezione degli Elfi di Athel Loren.

Gli Skaven successivamente attraversano a loro volta il pass montano e, evitando i confini della foresta elfica, tentano di raggiungere Maldiskaven attraverso la Bretonnia. Gli uomini di Oldenhaller li tallonano allertando le autorita' locali. Nei pressi di Miragliano il gruppo di Skaven, gia' decimato dalle marce forzate e dagli attacchi dei Bretonniani, viene massacrato dalla cavalleria tileana. Celebrati come eroi, Otto, Ossian e Aurien decidono di abbandonare il servizio di Oldenhaller e si stabiliscono a Quenelles. Qui Ossian diventa apprendista del mago Hithrandir.

View
Traduzioni Pericolose
In cui Gelmir visita la Lustria e incontra uno studioso Slann

All'indomani della sconfitta di Faccia d'Ossa, Gelmir abbandona il servizio di Oldenhaller e ritorna a casa propria ad Ulthuan. Da qui si imbarca per Content Not Found: quezzhar_, il principale porto della Lustria alla ricerca di qualcuno capace di tradurre i libri degli Antichi Slann. Conosce quindi Balgar il Bibliotecario, uno studioso indipendente dalla Chiesa di _Content Not Found: quesshan che tende ad avere il monopolio della cultura tra gli Slann. 

Purtroppo Balgar scompare poco dopo aver ricevuto il Libro di Storia da Gelmir. L'Elfo lo vede in sogno insieme ai Quattro Spettri: lo Slann afferma di essere stato raputo e portato in Tilea, e chi lo ha rapito e' alla ricerca del Libro di Anatomia.

Gelmir quindi si imbarca nuovamente per il Vecchio Mondo.

View

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.